Manifesto degli autori e collaboratori del Centro Studi

Il Centro Studi P.N.E.I. di Psicologia e Medicina va inteso come un luogo aperto, un luogo di scambio e di riflessione, in antitesi alle frequentazioni colluse della “casta”, in questo caso, dalla maggior parte degli accademici e dei loro portaborse.

Crediamo che la rete e internet modificheranno i criteri di meritocrazia con cui le accademie nominano i loro docenti e attualmente, invece, giustificano il perpetuarsi familistico dell’assegnazione delle cattedre e delle docenze di livello universitario.
Tali cattedre e docenze sono spesso giustificate solo da un matematico e in alcuni casi, ridicolo, “cross-citing” all’interno del main stream scientifico di alcune particolari riviste.

Tale main stream serve a innalzare gli impact factor dei loro articoli scientifici, in maniera artata, e divise in vere e proprie correnti di potere, fintamente divisi alla base, colluse ai vertici.

Molti artifizi intellettuali sono spesso utilizzati nell’abuso delle meta-analisi, costose e lunghe, uno strumento statistico di aggregazione dei dati spesso teso alla conservazione dello status quo da parte di chi la esercita.

Al contrario il loro uso, impedisce o e disincentiva la pubblicazione a molti giovani studiosi, che non si prostituiscono intellettualmente ad una casta chiusa di docenti universitari.

Questo luogo viene inteso come massimamente orizzontale nelle sue relazioni e nelle sue attribuzioni reciproche.

Si affida al “potere di attivazione” che risuona nella rete, ben conosciuto a chi sottende un ruolo sociale e pedagogico nel suo muoversi nel mondo, quasiasi mestiere egli faccia.

Non ci sembra il caso di indulgere ancora nel concetto di rete, che diamo quindi per scontato nelle sue eco e risonanze, essendo questo luogo nella rete e la rete stessa.

Allo stesso momento crediamo che la scienza e la ricerca, siano diventati, almeno in Italia, totalmente avulsi dal concetto di coscienza, consapevolezza e meritocrazia.

Di questo ne facciamo denuncia e restituiamo al mittente ogni tentativo palese ed occulto di biasimare chi subisce la crisi e ne viene umiliato in senso, scientifico, sociale, lavorativo, familiare e simbolico.

Uno dei nostri compiti è, rispetto alla crisi,  quello di riattribuirvi un senso.

E il senso siamo noi, qui ed ora.

Gli autori e i collaboratori del sito – Centro Studi P.N.E.I. di Psicologia e Medicina

 

Bibliografia:

Talamanca A. F., L’Impact Factor nella valutazione della ricerca e nello sviluppo dell’editoria scientifica, IV SEMINARIO del SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LA MATEMATICA SINM 2000: “un modello di sistema informativo nazionale per aree disciplinari” Lecce, Lunedì 2 ottobre 2000.